MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE
ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI
Direzione generale motorizzazione
Divisione 5


Prot. n. 1454 del 17.1.2013

Class. 08.03

Indirizzi… omissis

Oggetto: decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti recante “Disciplina della prova di controllo delle cognizioni e di verifica delle capacità e dei comportamenti per il conseguimento della patente di categoria AM, nonché delle modalità di esercitazioni alla guida di veicoli per i quali è richiesta la predetta patente” – istruzioni operative.

Si fa seguito alla circolare prot. n. 635 del 9 gennaio 2013, recante disposizioni esplicative del DM di cui all’oggetto, per dettare prime istruzioni operative relative al procedimento utile al conseguimento di una patente di categoria AM.

1. DISPOSIZIONI OPERATIVE

1.1 PRESENTAZIONE DELL’ISTANZA DI CONSEGUIMENTO DELLA PATENTE AM

1.1.1 PRESENTAZIONE DELL’ISTANZA

Con riferimento alla presentazione dell’istanza per il conseguimento del titolo abilitativo alla guida di ciclomotori o quadricicli leggeri, occorre distinguere due fasi, una transitoria ed una a regime, in ragione che la stessa sia avvenuta entro il 18 gennaio 2013 o a far data dal 19 gennaio 2013.

FASE TRANSITORIA

Si rammenta che, ai sensi dell’articolo 4 del DM in oggetto, la prenotazione ad una prova teorica per il conseguimento di un CIGC, effettuata entro il 18 gennaio 2013, dà diritto ad accedere ad una prova teorica per il conseguimento di una patente AM, a decorrere dal 19 gennaio 2013.

Si sottolinea che da tale data, all’esito favorevole della stessa, dovrà essere rilasciato un foglio rosa per patente AM, e non più un’autorizzazione ad esercitarsi alla guida di un ciclomotore, le cui relative disposizioni sono, dallo stesso termine, soppresse.

Al fine di consentire la corretta reimpostazione delle procedure, e dunque la stampa del foglio rosa, si rimanda alle istruzioni operative impartite nel paragrafo 2 “Procedimenti avviati per il

conseguimento di un CIG e patente AM” della circolare 1378/RU del 16.1.2013.

Si rammenta che, poiché dal 19 gennaio 2013 sono abrogati i DDMM 1 marzo 2011 e 23 marzo

2011, concernenti il CIGC, dalla stessa data il candidato:

  • ha diritto a ripetere la prova teorica solo una volta;
  • se non consegue l’idoneità alla prova teorica entro sei mesi dalla presentazione dell’istanza, deve ripresentare nuova istanza ai fini del conseguimento di una patente AM con le procedure di cui alla fase a regime.

FASE A REGIME

L’ istanza di conseguimento della patente AM, presentata a far data dal 19 gennaio 2013 è redatta sul nuovo modello TT2112 esclusivamente scaricabile, da parte del candidato o dello stesso UMC, dal sito www.ilportadellautomobilista.it. La stessa è:

a) firmata in modo leggibile dal candidato nonché, nel caso in cui questi sia minorenne, anche

dal legale rappresentante dello stesso. Si richiama l’attenzione sulla nuova pagina 7 del predetto modello, sulla quale vanno acquisite foto e firma del candidato, utili alla scansione sulla patente che sarà rilasciata all’esito favorevole della prova pratica di guida;

b) nello spazio riservato alle NOTE, compilata con l’indicazione del tipo di veicolo con il quale si intende sostenere la prova pratica di guida (ciclomotore a due ruote ovvero ciclomotore a tre ruote o quadriciclo leggero) e del cambio del quale esso è dotato (manuale o di diverso tipo), nonché firmata dal candidato stesso e, nel caso questi sia minorenne, anche dal legale rappresentante. Tale indicazione, che può essere inserita e/o variata comunque entro l’atto di prenotazione della prova pratica di guida, è acquisita nella procedura informatizzata del CED, secondo le indicazioni fornite dal manuale operativo che lo stesso CED ha comunicato con file avvisi n. 26 del 12.4.2011;

c) compilata, nel campo “Codice autoscuola o Agenzia”, dall’autoscuola apponendo il proprio codice DTT, ovvero dall’UMC, se trattasi di candidato privatista, apponendo il codice 0000. Nel caso in cui un candidato privatista, dopo la presentazione dell’istanza, si iscriva ad un’autoscuola, l’UMC applica le consuete procedure di cambio codice, nonché la tariffa già in uso per l’ipotesi di cambio codice in sede di prenotazione dell’esame pratico di guida (cfr. circolare prot. n.26579 del 3.10.2012).

Per leggere il documento completo clicca qui