L'airbag attutisce il colpo della testa contro le parti interne dell’abitacolo, riducendo notevolmente i rischi di trauma alla testa e al torace. L’airbag è un cuscino gonfiabile di nylon (una specie di “pallone”) che, grazie all’azione scatenata da un sensore che rileva la brusca decelerazione dovuta ad un impatto, viene istantaneamente gonfiato e si interpone tra il guidatore ed il volante, oppure fra il cruscotto e il passeggero.

Esso attutisce il colpo della testa contro le parti interne dell’abitacolo, riducendo notevolmente i rischi di trauma alla testa e al torace.

Per un corretto uso dell’airbag è molto importante il contemporaneo utilizzo delle cinture di sicurezza in quanto queste consentono al corpo di mantenere una posizione ancorata al sedile, ottimizzando l’effetto protettivo del cuscino d’aria. L’utilizzo abbinato di airbag e cinture consente di ridurre del 75% i danni fisici causati al conducente e ai suoi passeggeri.
L’installazione dell’airbag sulla propria vettura, contrariamente alle cinture di sicurezza, non è obbligatoria.

Poiché l’attivazione dell’airbag al momento dell’urto può risultare anche molto violenta, occorre seguire alcune regole di cautela:
· evitare di ostruire lo spazio di sfogo del palloncino salvavita con eventuali corpi estranei (al momento dell’urto potrebbero diventare veri e propri proiettili...);
· mantenere una idonea distanza (20-30 cm) dai vani dove si trovano gli airbag;
· evitare inutili pressioni nella parte centrale del volante mantenendo le mani sulle razze nella corretta posizione 9-15;
· non viaggiare con i piedi appoggiati al cruscotto;
· verificare la compatibilità degli appositi dispositivi di ritenuta per bambini con la presenza dell’airbag;
· non mettere mai un bambino su un seggiolino rivolto in senso contrario alla marcia collocato su un sedile di fronte al quale è presente un airbag.