Il vademecum del buon ciclista: tanti consigli utili per capire com'è fatta la bicicletta, come sceglierla, come usarla al meglio, come mantenerla in buona salute.


Perché preferire la bicicletta all'automobile è abbastanza evidente:

1. non inquina
2. il movimento fa bene alla salute e all'umore
3. non ha problemi di parcheggio
4. non ha problemi di code
5. è economica
6. non è pericolosa

Una volta d'accordo su questi sei punti, decidiamo di convertirci all'uso della bicicletta.
Ma come orientarsi nella scelta del modello più adatto alle nostre esigenze?
Prima di tutto dobbiamo capire che uso ne vogliamo fare. A seconda della destinazione, infatti, esistono diversi modelli: la mountain bike è perfetta per andare "fuori pista", la bici da corsa va bene sull'asfalto, la bicicletta da turismo è ideale per chi vuole intraprendere un viaggio su due ruote. Per quanto sembrino simili, ad ogni percorso la sua bicicletta.
Ma non solo: la bicicletta va scelta attentamente anche in base alla taglia, prestando attenzione soprattutto alle dimensioni del telaio e alla posizione del manubrio.

Dopo aver acquistato la nostra bicicletta, è venuto il momento di partire.
E' importantissimo controllare la propria posizione in sella, per evitare posture scorrette che alla lunga potrebbero causare dolori e problemi di varia natura.
Innanzitutto il sellino va regolato sia in altezza, in base alla statura del ciclista, sia orizzontalmente (la posizione migliore è perfettamente orizzontale, o con la punta leggermente verso il basso).
In marcia:
il busto dovrebbe stare inclinato di circa 45°, per equilibrare i pesi ed evitare l'eccessivo affaticamento della colonna vertebrale;
il punto in cui il piede si piega in corrispondenza dell'articolazione del metatarso dovrebbe coincidere con l'asse del pedale
la gamba pedalando, dovrebbe distendersi completamente.

Prima di partire, soprattutto ai fini della sicurezza stradale, è opportuno controllare almeno
l' efficienza dei freni e lo stato degli pneumatici, ricordandosi che anche la bicicletta, come l'automobile, ha bisogno di periodici interventi di revisione e manutenzione: pulizia, lubrificazione, freni, ruote, cambio.
E' poi buona norma conoscere anche come si effettuano i piccoli interventi di emergenza per risolvere gli inconvenienti che possono capitare strada facendo, come la foratura di una gomma, la rottura di un cavetto, la rottura della catena o il malfunzionamento dell'impianto elettrico in condizioni di oscurità.